FINALMENTE HO COMPRESO MICHELANGELO

MARMO BIANCO DI CARRARA

Un elemento assolutamente unico, come unico è il rapporto di ogni artista con questa materia.

La mattina del 11/02/2018 avevo deciso di "ripulire e rifinire" dei pezzi di marmo di Carrara, per adattarli ad attrezzi di laboratorio. Stavo compiendo un lavoro che con l'arte non ha alcun riferimento, dovevo semplicemente levigare gli spigoli dei solidi per renderli meno pericolosi ad una presa manuale.

Per fare ciò non ho adoperato utensili di officina adatti alla levigazione, ma una semplice raspa da legno. Questa scelta prelude un atteggiamento meno invasivo e violento, o addirittura la ricerca di comunicazione.

Tutto questo lavoro veniva eseguito nel retro-giardino della mi "Casa vacanza" dove normalmente risiedo. La giornata era decisamente fredda, e non potevo percepire il calore del Marmo. Il silenzio, l'aria frizzante, il profumo e il vigore giovanile delle gemme che spingono per respirare, accompagnate dal fruscio e dal cinguettio degli animali, certamente era il contesto ideale per ascoltarsi in profondità. L'ambiente influisce sempre sulle azioni ed emozioni che gli artisti hanno ad ogni livello della coscienza. Io che per natura sono sensibile al rumore del battito di ciglia, inevitabilmente non potevo che subire le emozioni di quel momento.